Ordine Sparso (I)

Se sparando mi appiatto entro il profondo

bosco, o sfuggo di corsa ove il sentiero

s’apre, è un gioco bellissimo che invero

la superficie m’innova del mondo.

Pensa: è un cespuglio, è un ciottolo rotondo

che nascondere deve il corpo intero.

quel che più pesa diventa leggero

dice il soldato col suo grave pondo.

Il volo che nel grano entra e poi scatta,

la pecora ricorda che i ginocchi

piega, indi pare che tutta s’abbatta.

E vedono il terreno oggi i miei occhi

come artista non mai, credo, lo scorse.

Così le bestie lo vedono forse.

[Umberto Saba]

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Umberto Saba e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...